Luoghi di interesse


Castello di Donnafugata

Il nome della contrada in cui sorge il castello deriva probabilmente dall’arabo “Ayn as Jafat“ (fonte della salute), da qui la forma dialettale “Ronnafuata“ che fu italianizzata poi in Donnafugata. Le prime notizie documentate del castello risalgono al 1648, anno in cui fu acquistato dal barone Vincenzo Arezzo e trasformato in una masseria fortificata. Nel corso del tempo l’edificio subì diverse modifiche, l’aspetto attuale si deve al discendente Corrado Arezzo, che nell’Ottocento trasformò l’edifico in castello neogotico.

Aggiungi ai preferiti
I rudeeri del Castello di Pentefur a Savoca

Castello di Pentefur

Il Castello di Pentefur si trova su uno dei due colli su cui sorge l’antico abitato di Savoca. Nel corso dei secoli ha svolto un’importante funzione di difesa litorale orientale della Sicilia. Da qui infatti partivano gli ordini e le direttive per tutti gli altri forti e le torri di avvistamento di questa costa Siciliana.

Aggiungi ai preferiti
Il castello di Punta Troia sull'isola di Marettimo

Castello di Punta Troia

In cima al promontorio di Punta Troia, ad un’altezza di 116 metri sopra il livello del mare, si trova il Castello di Punta Troia. Oltre ad essere uno dei punti panoramici più belli di tutta l’isola di Marettimo, è anche sede del Museo delle Carceri e dell’Osservatorio per la Foca Monaca dell’Area Marina Protetta delle Isole Egadi.

Aggiungi ai preferiti

Torre di Federico

La Torre probabilmente costruita per volere di Federico II di Svevia risale al XIII secolo. Ha pianta ottagonale ed è alta 27 metri; al suo interno si trovano due ampie sale con alti soffitti a volta ed elementi tipici dell’architettura gotica, come le grandi volte a ombrello.

Aggiungi ai preferiti

Forte San Salvatore

Il forte fu costruito a partire dal 1537 nell’ambito di un più ampio sistema di fortificazioni voluto da Carlo V per difendere la città. La fortezza sorge nella punta estrema della penisola di S. Ranieri, chiamata comunemente falcata per la caratteristica forma a falce e da cui ha origine il nome con cui i greci chiamavano Messina ovvero Zancle.

Aggiungi ai preferiti
Alcuni resti del Castello di Pietrarossa di Caltnissetta

Castello di Pietrarossa

Il Castello di Pietrarossa di Caltanissetta è uno degli edifici più antichi della città. Anche se oggi è possibile vedere solo alcuni resti dell’imponente edificio resta un’importantissima testimonianza del passato. Nel corso dei secoli, infatti, questo castello è stato la sede di molti eventi importanti per la storia della Sicilia. È anche un luogo legato a diverse leggende ed in particolare a due: una legata alla Contessa Adelasia e l’altra alla nascita del cannolo.

Aggiungi ai preferiti

Castello di Lombardia

Il castello affonda le sue radici in un antichissimo maniero che i Sicani eressero sulla parte più alta della montagna. In seguito al declino dell’impero romano, furono gli arabi a rifondarlo. Nel 1330 il normanno Ruggero II fece restaurare l’antica fortezza sicana che, con il passare del tempo, divenne nota con il nome di Castello di Lombardia per la presenza nelle vicinanze

Aggiungi ai preferiti

Castello della Colombaia

Il Castello della Colombaia, detta anche Torre Peliade o Castello di mare, è una fortezza risalente al III secolo a.c., posta su un’isoletta naturale all’estremità occidentale del porto di Trapani. L’edificio alto 32 metri è a pianta ottagonale ed è composto da quattro piani sovrapposti con il primo adibito a cisterna, mentre l’ingresso originario si trovava al secondo piano.

Aggiungi ai preferiti
Panoramica del Castello Maniace di Siracusa

Castello Maniace

Il Castello Maniace è una delle più importanti costruzioni federiciane presenti in Sicilia. La costruzione originaria, un castello a base quadrata e quattro torri angolari, risale al 1240. Nel corso degli anni, tuttavia, furono numerose le modifiche e le aggiunte alla struttura.

Aggiungi ai preferiti