Palazzo Impellizzeri di San Giacomo

Il prospetto barocco di Palazzo Impellizzeri di San GIacomo a Noto
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Palazzo Impellizzeri di San Giacomo è uno dei sette palazzi nobiliari che è possibile visitare a Noto. Si trova in una posizione scenografica nella parte alta ed è la sede dell’Archivio di Stato di Noto. Il palazzo è uno dei monumenti che fanno parte dei Beni Patrimonio dell’Umanità all’interno del sito seriale Città tardo barocche del Val di Noto.

La storia di Palazzo Impellizzeri di San Giacomo

I lavori di costruzione di Palazzo Impellizzeri di San Giacomo iniziarono già nei primi anni del Settecento. L’anno 1752, che si vede sulla facciata, è quello del loro completamento. La famiglia Impellizzeri era originaria dei regni di Castiglia e di Valenza e i suoi membri furono cavalieri a servizio di Re Martino nel XIV secolo. Arrivati in Italia, si stabilirono prima nella Repubblica di Genova e poi in Sicilia, sia a Siracusa che a Noto, dove acquisirono grande prestigio. Dopo la distruzione della città di Noto a causa del terremoto del 1693, le autorità locali decisero di ricostruire la città in un luogo diverso. La posizione individuata fu quella del Colle Meti, 8 chilometri più a valle. La famiglia Impellizzeri fu, da subito, contraria a queste decisione ma, dovendosi attenere ad un decreto borbonico, scelse di costruire la propria residenza in una posizione rialzata e lontano dal centro della nuova città.

Architettura esterno di Palazzo Impellizzeri di San Giacomo

Palazzo Impellizzeri occupa oggi un intero isolato ma la sua costruzione è avvenuta in fasi successive. Partendo da un nucleo originario sono stati aggiunti diversi corpi, sino a raggiungere l’attuale impianto monumentale. Questo spiega l’aspetto della facciata dove si fondono elementi del tardo barocco con quelli dello stile neoclassico. Il prospetto è formato da tre ordini sovrapposti, il più basso è in stile tuscanico con fasce di bugnato mentre  l’ultimo è un’aggiunta successiva. Lungo tutto il primo ordine, corre una splendida balconata protetta da un’inferriata in ferro battuto. L’imponente portale centrale presenta ai lati due grandi pilastri in pietra bianca ed è sormontato dallo stemma della famiglia Impellizzeri. 

L’interno del palazzo

Una volta superato il grande portone di Palazzo Impellizzeri di San Giacomo si arriva all’ingresso dove due lapidi murate, provenienti da Noto Antica, ricordano le origini dei Baroni Impellizzeri. Da qui una scalinata conduce al piano nobile dell’edificio. All’interno del palazzo sono presenti oltre sessanta vani decorati con stucchi  e tele del Settecento, mobili antichi e superbi lampadari in ferro battuto. Una delle stanze più rappresentative è sicuramente la “Sala d’armi”, caratterizzata dal maestoso affresco con  lo stemma araldico della famiglia Impellizzeri. Si tratta della corona di barone con un pesce d’argento che nuota  in un mare agitato di colore azzurro e argento. Attualmente i locali del pianoterra e del seminterrato ospitano gli uffici della Sezione di Noto dell’Archivio di Stato della Provincia di Siracusa, mentre un’ala del palazzo è abitata dalla famiglia.

Aggiungi ai preferiti

Lascia un commento

Guarda altri luoghi di interesse