Cattedrale di San Giovanni Battista

    La chiesa inizialmente sorgeva nella parte antica della città. Gravemente danneggiata durante il terremoto del 1693, fu riedificata nell’attuale posizione nella parte nuova di Ragusa.

    Esterno

    La maestosa facciata in stile barocco è decorata da intagli e sculture ed è divisa i cinque parti da grandi colonne. Ai lati del portale centrale si trovano le statue di San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista. Degni di nota sono i due grandi orologi solari del 1751, e che misurano le “ore italiche“ (dal tramonto al tramonto) a sinistra, e le ore “ore francesi” (da mezzanotte a mezzanotte) a destra.
    Davanti la Cattedrale si apre un ampio sagrato sopraelevato rispetto alla piazza sottostante e cinto da una balaustra in pietra pece costruita nel 1745.

    Interno

    L’interno, a croce latina, con presbiterio absidato, è in pietra pece, oggi intonacate, con capitelli riccamente scolpiti dal capomastro Carmelo Cultraro nel 1731 e successivamente indorati. Sopra le colonne si trovano grandi cartigli con i versetti della S. Scrittura che si riferiscono a Giovanni il Battista, scolpiti nella pietra calcarea da Crispino Corallo nel 1741, a cui successivamente vennero aggiunti gli angeli in stucco. Tra il 1776 e il 1777 i fratelli palermitani Giuseppe e Gioacchino Gianforma decorarono con pregevoli stucchi dorati di gusto rococò le volte delle navate e del presbiterio e, nelle pareti dei transetti realizzarono delle grandi nicchie circondate da statue.
    Nel 1848, venne realizzata la caratteristica pavimentazione costituita da lastre di pietra pece con intarsi in calcare bianco, mentre nel 1858, fu costruito il grande organo “Serassi”, con la sua monumentale cantoria in legno scolpito e dorato, oggi posta sopra la porta maggiore.

    Tag:

    Lascia un commento

    Guarda altri luoghi di interesse