Chiesa e Monastero di Santa Maria del Gesù (Ragusa)

La facciata della Chiesa del Gesù di Ragusa
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Il complesso formato dalla Chiesa di Santa Maria del Gesù e dal suo monastero sono uno dei monumenti di Ragusa dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Costruiti nella prima metà del Seicento, i due edifici hanno superato indenni il terremoto del 1693. Attualmente è in corso un lungo lavoro di restauro del monastero che dovrebbe diventare la nuova sede del Museo Archeologico di Ragusa.

La storia della Chiesa del Gesù di Ragusa e del suo monastero

La Chiesa di Santa Maria del Gesù di Ragusa e il suo monastero furono costruiti a partire dal 1636 per l’ordine dei Frati Minori Riformati. I lavori durarono diversi anni e vennero completati grazie soprattutto al contributo del barone Don Vincenzo Campolo. Un’iscrizione posta sull’architrave della porta d’ingresso, datata 1654, rende omaggio al nobile. Nella costruzione del complesso di Santa Maria del Gesù furono utilizzati sia i materiali del Castello di Ragusa, ormai abbandonato da anni e oggi non più esistente, sia i materiali provenienti da una cava vicina aperta per l’occasione. Con la nascita del Regno d’Italia nel 1861, tutti i beni ecclesiastici divennero proprietà del nuovo Stato. Il Monastero di Santa Maria del Gesù divenne così la sede di uffici, telegrafo e scuole elementari, mentre nella parte inferiore c’era un dormitorio per indigenti. Nel corso del Novecento, la struttura ha iniziato a mostrare diversi cedimenti e, negli anni Cinquanta, la metà occidentale è crollata definitivamente. Attualmente sono ancora in corso lavori di restauro per far diventare il monastero la nuova sede del Museo Archeologico di Ragusa.

Architettura e opere d’arte della Chiesa del Gesù di Ragusa

Il prospetto della Chiesa di S. Maria del Gesù di Ragusa si presenta molto semplice, anche se arricchito da un portale delimitato da colonne tortili con capitelli corinzi compositi. L’interno è ad una sola navata ed è interamente ricoperto da stucchi e affreschi. Quello presente sull’arco trionfale rappresenta un sipario monumentale aperto per rivelare un grandioso tempio. È stato realizzato, come anche gli affreschi presenti nel presbiterio e nel catino absidale, da Matteo Battaglia nel 1750. All’interno della chiesa sono presenti anche due mausolei in marmi policromi che contengono le spoglie del barone Vincenzo Campolo e quello del fratello Girolamo. Tutti gli arredi della chiesa sono stati tutti trasferiti nel Duomo di San Giorgio. Al di sotto della chiesa si trova un oratorio con una pianta a croce greca dove sono sepolti i frati. L’accesso oggi è possibile esclusivamente tramite il chiostro del monastero.

Il Monastero del Gesù di Ragusa

Il monastero della Chiesa di Santa Maria del Gesù di Ragusa è un edificio possente su quattro livelli. Al primo piano si trovano i terrazzamenti dove i frati coltivavano olivi, agrumi, uva ed ortaggi. Nel secondo piano c’erano invece i magazzini e una grande cisterna d’acqua scavata nella roccia. Il terzo piano ospitava: il refettorio, la cucina, il chiostro e gli altri locali comuni. Infine al quarto piano c’erano le celle dei frati, oltre ad un accesso al coro e alla cella campanaria. Uno degli ambienti più interessanti del monastero è sicuramente il chiostro. Al suo centro si trova un pozzo a base ottagonale che si sviluppa in profondità con due livelli accessibili da finestre. La pavimentazione è realizzata con ciottoli di fiume di tipi calcareo e vulcanico e sono presenti anche disegni geometrici di croci ottagonali realizzate in pietra pece. Il Monastero del Gesù attualmente è in fase di restauro.

Aggiungi ai preferiti

Lascia un commento

Guarda altri luoghi di interesse