Rafting e body rafting: ecco dove farli in Sicilia

    Un gruppo di amici fa rafting in Sicilia
    Condividi su

    Il rafting e il body rafting sono la vostro passione? Siete alla ricerca di esperienze uniche per arricchire il vostro viaggio? In questo articolo abbiamo messo insieme tutti i siti in cui è possibile fare rafting e body rafting in Sicilia. i fiumi e i corsi d’acqua dove è possibile praticare degli sport acquatici o semplicemente fare trekking fluviale. Il sito più famoso è sicuramente quello delle Gole dell’Alcantara, dove è possibile fare diversi sport fluviali tra cui anche il body rafting ma, in realtà, la lista è più lunga e le opportunità di certo non mancano.

    Cos’è il rafting e dove farlo in Sicilia

    Il rafting è uno sport acquatico che solitamente si pratica in un fiume o torrente. Il nome deriva dalla parola inglese “raft” che significa zattera. Per fare rafting, in realtà, si utilizzano dei particolari gommoni inaffondabili e autosvuotanti, è quindi uno sport fluviale praticamente adatto a tutti. In Sicilia, attualmente, è possibile fare rafting soltanto nel sito delle Gole di Tiberio, all’interno del Parco delle Madonie, uno dei Geoparchi Unesco presenti sull’isola insieme alla Rocca di Cerere.

    Rafting in Sicilia: le Gole di Tiberio

    Le Gole di Tiberio sono un canyon naturale scavato nel corso dei secoli dal fiume Pollina. Si estendono per 400 metri e raggiungono un’altezza fino a 50 metri. L’escursione alle Gole di Tiberio solitamente comprende l’attraversamento del canyon in gommone e una passeggiata lungo il fiume il Pollina. In base al periodo dell’anno e alle condizioni del corso d’acqua, la passeggiata si può svolgere o a valle, fino alla gola piccola, oppure a monte dove sono presenti anche alcuni laghetti. In entrambi i casi è comunque possibile fare il bagno. L’escursione permette di ammirare da vicino, oltre alla ricca vegetazione, anche alcune specie di animali come: rapaci diurni e notturni, granchi di fiume, numerose varietà di libellule e la zona di nidificazione dei gruccioni. Lungo il percorso si incontra anche l’opera d’arte contemporanea, realizzata nel 2005 da Robert Pruitt e intitolata: “Area nudisti”.

    Per prenotare: Madonie Outdoor

    Cos’è il body rafting e dove farlo in Sicilia

    Nel body rafting si utilizza il proprio corpo come zattera per attraversare un tratto di fiume. A differenza degli altri sport fluviali quindi non si utilizzano altri ausili come il gommone nel caso del rafting o funi e altre attrezzature come nel canyoning. Questa tecnica spesso è utilizzata in combinazione ad altre come quella del trekking fluviale, nei punti in cui il corso d’acqua permette di camminare e quella del canyoning se è necessario calarsi con una fune dalle pareti di una gola. Si può fare body rafting in Sicilia sia nelle Gole dell’Alcantara che sul Fiume Anapo, all’interno della Riserva naturale orientata di Pantalica.

    Body rafting nelle Gole dell’Alcantara

    Il posto più famoso dove fare body rafting in Sicilia è sicuramente quello delle Gole dell’Alcantara. Si tratta di un canyon naturale che si trova nella parte orientale della Sicilia, nel territorio dei borghi di Motta Camastra e Castiglione di Sicilia. Le gole, scavate nel corso dei secoli dal fiume Alcantara, si estendono per un tratto di circa 400 metri. Le pareti del canyon in alcuni punti raggiungono anche un’altezza di 50 metri mentre la temperatura dell’acqua in media è pari a 10 gradi. Il percorso inizia con una risalita del corso d’acqua per circa 800 metri, fino a raggiungere la cosiddetta Pozza di Venere. Questa fase permette di apprezzare al massimo tutta la bellezza di questo luogo e le sue pareti laviche. Da qui inizia la parte in body rafting con avvincenti discese in acqua fino a ritornare al punto di partenza.

    Body rafting nella Riserva Naturale di Pantalica

    All’interno della Riserva Naturale di Pantalica si trova il fiume Anapo, uno degli altri luoghi in cui è possibile fare body rafting in Sicilia. Quest’area protetta si trova nella provincia di Siracusa e ricade nei territori di Buscemi, Cassaro, Ferla, Palazzolo Acreide e Sortino. La visita alla riserva permette di ammirare diversi luoghi di interesse e in particolare le Necropoli Rupestri di Pantalica, che è uno dei siti patrimonio Unesco in Sicilia. Sono presenti poi anche una vecchia ferrovia e un villaggio bizantino.

    Per prenotare: Etna Emotion


    Sergio Campolo

    Mi sono laureato in Economia e Management a Roma, ho lavorato per 6 anni a Milano soprattutto nel Web Marketing e adesso vivo a Trento. Nel 2021 ho fondato The World of Sicily con l’obiettivo di far conoscere a tutto il mondo le bellezza di questa regione.

    Clicca per votare questo articolo!
    [Totale: 0 Media: 0]
    Condividi su

    Lascia un commento

    Guarda anche