Ragusa

Nel cuore della punta sud orientale della Sicilia sorge Ragusa, una tappa imperdibile nel proprio viaggio, in cui ogni singola pietra è pregna di arte e storia.
Le origini della città si intrecciano inscindibilmente con le numerose popolazioni che l’hanno dominata. Originariamente denominata Hybla Heraia, fu spesso l’oggetto delle mire dei Greci, già stabilmente insediati a Siracusa. Nonostante gli sforzi profusi, Ragusa non divenne mai colonia greca e finì presto nelle mani dei Romani. Caduto anche l’Impero romano, questa città e la Sicilia intera divennero uno sconfinato campo di battaglia, in cui si susseguirono al potere, con relativa rapidità, Arabi, Normanni, Svevi e Angioini, portatori ciascuno della propria arte e tradizione.
Tra gli eventi che tuttavia hanno maggiormente caratterizzato la storia e l’evoluzione di Ragusa, non è possibile dimenticare il terremoto del 1693: la forza impetuosa di quel sisma rase al suolo l’intera città e portò via con sè la quasi totalità della popolazione. Al momento della ricostruzione i ceti sopravvissuti decisero di avviare distinte ricostruzioni: l’antica nobiltà diede vita ad Ibla, quella che oggi identifica la parte storica, costruita secondo il modello barocco che domina la Val di Noto; il resto della popolazione, invece, costruì Ragusa non molto lontano, dandole uno stile decisamente moderno. I due insediamenti rimasero separati fino alla prima metà del ‘900, quando tornarono finalmente unite sotto un’unica amministrazione e un unico nome.

Luoghi di interesse


Tour e attività