Palazzo Vescovile Schininà

    Condividi su

    Nel centro storico di Ragusa Superiore sorge il Palazzo Vescovile Schininà, alla fine del Settecento per volere di don Mario Schininà Cosentini dei marchesi di Sant’Elia.
    Nell’Ottocento il palazzo fu diviso in due parti: l’ala sud tuttora di proprietà della famiglia Schininà e dove nacque la Beata Maria Schininà del S. Cuore, e l’ala nord che fu ceduto dalla marchesa Carlotta Schininà al parroco della chiesa di San Giovanni Battista affinché divenisse sede del Seminario.
    L’edificio rimasto incompiuto sul lato meridionale presenta nella facciata sette grandi balconi ornati in stile rococò sorretti da mensole in pietra pece.

    Dal cortile del palazzo vescovile parte un sontuoso scalone, delimitato da eleganti balaustre in pietra che, dividendosi in due rampe, conduce al piano nobile del palazzo.
    Una cancellata affiancata da due pilastri immette nel grande giardino, un tempo ricco di rare specie vegetali, fatte piantare nell’Ottocento dal barone Giuseppe Schininà, grande esperto di scienze botaniche, di cui restano ancora alcuni esemplari come le due grandi araucarie che si elevano per circa 50 metri ai lati dell’ingresso.

    Clicca per votare questo articolo!
    [Totale: 0 Media: 0]
    Aggiungi ai preferiti
    Condividi su

    Lascia un commento

    Guarda altri luoghi di interesse